Frutto della passione

Frutto della passione

Il frutto della passione o maracujà è un alimento che apporta molti benefici, soprattutto a sistema gastrointestinale e cardiovascolare.

  • Autunno
  • Estate
  • Inverno
  • Primavera

Frutto della passione: proprietà e benefici

Il frutto della passione o maracujà è un alimento che apporta molti benefici, soprattutto a sistema gastrointestinale e cardiovascolare. Sapevate che uno studio recente ne suggerisce l’utilizzo anche nel diabete? Scopriamo le proprietà del frutto della passione. Il frutto della passione o maracujà appartiene alla famiglia delle Passifloracee ed è originario del Brasile. Vanta una polpa particolarmente profumata, che può essere di colore giallo o tendente al viola.

Frutto della passione
Frutto della passione
Frutto della passione
Frutto della passione
Frutto della passione

Perchè si chiama “Frutto della passione”?

Bisogna smentire coloro che danno al termine “frutto della passione” come sinonimo di ardore e passione erotico-sentimentale. Infatti tutto ebbe origine da un missionario agostiniano: Emmanuel de Villegas che introdusse in Europa questa pianta nel 1610 rientrato in patria dal Messico.

Fu il fiore di questa pianta, che gli indigeni chiamavano granadilla e della quale mangiavano il frutto, ad affascinarlo al punto di associarlo alla Passione e alla Crocifissione di Gesù Cristo: la corona di filamenti colorati che circonda l’ovario era la corona di spine; i 5 stami, le 5 ferite di Gesù; i 3 stigmi, i 3 chiodi; i 5 petali ed i 5 sepali gli apostoli rimasti fedeli a Gesù; l’androginoforo la colonna della flagellazione ed i viticci i flagelli mentre le 5 antere le 5 ferite. Al suo rientro in patria mostrò la pianta a Padre Giacomo Bosio che ne rimase altrettanto affascinato da scrivere nello stesso anno, il “Trattato sulla Crocifissione di Nostro Signore” in cui compare la prima descrizione del fiore che prese il nome di Passione incarnata.